Il “Sesto Uomo”…

…ovvero, nulla è più duro a morire di un regolamento…morto. Quando Winston Churchill era Primo Ministro, fu invitato dallo Stato Maggiore dell’esercito ad una dimostrazione d’efficienza della Reale Artiglieria. Con altri invitati d’onore prese posto su di una tribunetta e si predispose allo spettacolo che un gruppo di sei artiglieri scelti aveva, da molto tempo, preparato nei minimi dettagli. I … Continua a leggere

Super flumina Babylonis

    Nel 587 a.Cr. gli eserciti degli Assiri inviati da re Nabuccodonosor II (per gli amici Nabucco) prendono e distruggono la Citta Santa per eccellenza (Gerusalemme, alias, la Città della Pace) deportando gli abitanti in schiavitù fino alle loro terre ed esattamente in Babilonia. L’Esilio Babilonese andrà dal 587 al 539 a.Cr. Sarà poi Ciro il Grande, re dei … Continua a leggere

“E ciò li tistimoni!” di G.G.Belli

Giuseppe Gioachino Belli è considerato il più grande poeta romano. Nato a Roma nel 1791 ebbe un ‘infanzia travagliata, riparando nel 1799 a Napoli per l’ occupazione dei Francesi, vivendo in condizioni alquanto precarie. Scriverà i famosi Sonetti, un monumento alla plebe di Roma, della Roma dei papi nell’ottocento, in due fasi: i primi tra il 30 ed il 37, … Continua a leggere

La giada

PREFAZIONE Ricordo di aver ascoltato questo racconto a tarda sera, alla radio, durante una trasmissione in cui un vecchio esperto di musica classica era solito far precedere, ai brani di musica da lui accuratamente scelti e che, poco dopo, si sarebbero ascoltati, una godibilissima, oltre che coltissima, spiegazione degli aspetti che conferivano il particolare valore poetico e musicale al brano. … Continua a leggere

“La bellezza non ha causa” di Emily Dickinson

(traggo da Wikipedia)   Emily Dickinson (Amherst, 10 dicembre 1830 – Amherst, 15 maggio 1886) Emily Dickinson visse la maggior parte della propria vita nella casa dove era nata ed ebbe modo di fare solo rare visite ai parenti di Boston, di Cambridge e nel Connecticut. Emily Dickinson verso i suoi 25 anni di vita si rinchiuse nella sua camera al … Continua a leggere

“Pianefforte ‘e notte” di Salvatore Di Giacomo

  “Pianefforte ‘e notte” di Salvatore Di Giacomo – (Lina Sastri)    Nu pianefforte ‘e notteSona lontanamente E ‘a musica se sente Pe ll’aria suspirà. E’ ll’una: dorme ‘o vico Ncopp’a sta nonna nonna ‘e nu mutivo antico ‘e tanto tiempo fa. Dio, quanta stelle ‘n cielo! Che luna! E c’aria doce! Quanto na bella voce Vurria sentì cantà! Ma … Continua a leggere

“Giorgio Gaber? SANTO SUBITO!” (leggere il finale del testo scritto)

“Incontri” di G.Gaber e S.Luporini da “Un’idiozia conquistata a fatica” – 1998.   E quando sei lì, al mare, sdraiato a goderti il sole su una spiaggia qualsiasi. Arriva il negro, voglio dire, l’uomo di colore. Ahi! Che faccio? Quello di far finta di dormire è un vecchio trucco che non funziona mai. «Ehi! Amigo!» Madonna, com’è grosso e com’è … Continua a leggere

Storie di prati

    Il brano musicale è “The White Winds” di A.Vollenweider    Il Ministero dell’Agricoltura del Regno d’Italia, verso fine Ottocento, pensò di inviare un paio d’esperti, per una quindicina di giorni, in Inghilterra, ospiti di un vecchio Lord, noto per possedere i prati più belli, verdi e uniformi di tutto il Regno Unito. Mentre, ufficialmente, l’operazione rientrava nei normali … Continua a leggere

Il cammino della scienza vs. la pace spirituale dei diseredati.

 (Controluce sul Cenacolo vinciano di Peter Greenaway) (Il brano musicale è il “Te Deum” di A.Charpentier)    Vita di Galileo di Bertolt Brecht 1946 – Dal Quadro VII – Fulgenzio [siede] … Signor Galileo, non ho chiuso occhio da tre notti. Tre notti passate a tentare di conciliare il decreto che ho letto con le lune di Giove che ho … Continua a leggere