Trinità e..dintorni (mo’ ve la spieghiamo)

Pare che uno dei più grandi problemi che i padri francescani, giunti in America al seguito dei conquistadores, nel cercare di trasmettere le verità della nostra religione agli indigeni sia consistito nel far accettare, (neanche a dirsi!) i dogmi di Santa Romana Chiesa.
Dogmi che, proprio per la loro natura, tendevano, sia allora, sia ancora oggi, pur in periodo di super-computer, a sfuggire a qualsiasi tentativo di razionalizzazione e che, come tali, esigono accettazione senza discussione, pena l’essere posti fuori dalla Chiesa stessa.
Tra tutti, particolarmente ostico, risultava essere sempre quello di: “Dio è un unico Dio, ma… in tre persone”.
“Quanti sono i vostri dei?” si ostinavano a chiedere i più volonterosi di apprendere.
La risposta inevitabile era: “Uno e tre”.
Gli indios non capivano “Uno? Tre? Insomma, decidetevi: quanti?”
“E’ uno, ma sono tre!”
Niente da fare, era troppo difficile per quella gente troppo semplice.
Insomma, per farla breve, i più svegli decisero, forse con la tacita compiacenza di qualche frate esausto dai tentativi d’inutili spiegazioni aritmetiche, per un molto più comodo e comprensibile: 1+3.
Adesso abbiamo capito!
Per molto tempo i primi convertiti si convinsero, quindi, che la nuova religione arrivata dal mare, disponesse di un Pantheon composto da: Quattro dei.
…………………………………..
“Eh quanto la facevate lunga!”

Trinità e..dintorni (mo’ ve la spieghiamo)ultima modifica: 2008-09-27T20:12:33+00:00da fragiune
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento