L’uomo con lo sgabellino

684865308.2.jpg

Nell’antica Cina un giovane uomo, un giorno, vide passare per strada una donna bellissima.
Subito si sentì attratto in modo irresistibile verso quella stupenda creatura e prese a seguirla fino alla sua casa.
Sul cancello del giardino la signora, che aveva capito fin da subito che un uomo la stava seguendo, si fermò ad aspettarlo e, quindi, domandò quali fossero le sue vere intenzioni.
L’uomo esternò immediatamente i suoi sentimenti e chiese di poter salire in casa per dare inizio ad una reciproca conoscenza, diciamo, più approfondita.
La donna, lusingata, rispose che la cosa si sarebbe potuta certamente anche fare, ma non subito: infatti, si sarebbe concessa all’uomo solo dopo una prova di costanza che avrebbe dovuto durare esattamente 99 giorni.
La signora disse al giovane: “Se la tua passione è così intensa come dici, dovrai venire tutte le sere, bada, tutte le sere senza saltarne una sola, e sederti su uno sgabellino nel giardino sotto il mio balcone e, lì rimanere fino all’alba.
Alla centesima sera potrai invece venire senza sgabellino e salire direttamente alla mia stanza ed allora io sarò completamente tua.”
Il giovane, quella sera stessa, si presentò col suo sgabellino e, sedutosi sotto ad un albero, attese il mattino.
La sera seguente la scena si ripeté, e così per ben 98 sere.
Alla novantanovesima sera il giovane giunse come sempre col suo sgabellino, lo depose a terra, guardò verso le finestre illuminate dietro le cui tendine, come sempre, stava la sua bella nascosta, e poi dopo qualche secondo raccolse lo sgabellino e se ne ritornò a casa a dormire.

L’uomo con lo sgabellinoultima modifica: 2008-09-28T19:04:00+00:00da fragiune
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento