Itaca

Quando ti metterai in viaggio per Itaca,
devi augurarti che sia lunga la strada,
ricca di avventure e di conoscenze.
I Lestrigoni ed i Ciclopi
o l’ira di Poseidone non temere:
mai li incontrerà il tuo andare 
se il pensiero sarà alto, 
se nobile sarà
il sentimento ad ispirare
corpo e spirito.
Mai li incontrerà 
se già non li porterai dentro l’anima
e, se questa,
non te li leverà contro.
Devi augurarti un lungo viaggio
e vedere molti mattini d’estate,
quando,
con gioia e piacere, 
approderai in porti mai visti
e ti fermerai in empori fenici
a comprare fini mercanzie:
madreperle e coralli,
ambra ed ebano,
e molti profumi sensuali,
quanti più puoi.
Va nelle città d’Egitto ad imparare,
va dai loro sapienti.
Ma non dimenticarti mai di Itaca,
raggiungerla sia la tua meta.
Non affrettare il viaggio,
meglio che duri molti anni
e che tu, vecchio, ormai,
giunga all’isola,
ricco di ciò che hai.
Non pensare che Itaca ti dia ricchezze.
Itaca ti avrà già dato il viaggio,
senza di essa non l’avresti fatto.
Non ha altro da darti.
E se la troverai povera,
non per questo ti avrà ingannato.
Ormai saggio
e ricco d’esperienze,
avrai capito ciò che significava
Itaca.

Kostandinos Kavafis

 
kavafis.jpg

 

Itacaultima modifica: 2008-10-29T06:59:00+00:00da fragiune
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento