Troppo tempo! Troppo tempo!

Leggo: 
 
NUORO – Una televisione “indegna di un paese civile”, soprattutto i programmi di satira. L’ennesimo attacco di Silvio Berlusconi alla tv si produce a Nuoro, dove il premier ha partecipato a un’iniziativa nell’ambito della campagna elettorale di Ugo Cappellacci, candidato del Pdl alla presidenza della Regione Sardegna.
Il premier cita segnatamente “i programmi di seconda serata” dove, osserva, “mi bastano cinque minuti per sentire qualcosa contro di me”. 
 
 
*** 
 Ragazzi, mi sa che non ci siamo! Cinque minuti mi sembrano un’eternità!   
Ed io, che, come già detto in altre occasioni, non avendo televisione, mi figuravo che fossimo già scesi nell’ordine dei 4 o 3 minuti!
In Paesi appunto “più civili” della nostra ridicola itaglietta, un elemento del genere lo prenderebbero per il culo senza alcuna interruzione!
Troppo tempo! Troppo tempo!ultima modifica: 2009-01-18T07:32:24+00:00da fragiune
Reposta per primo quest’articolo

2 pensieri su “Troppo tempo! Troppo tempo!

  1. Il nostro premier non va preso per il culo.
    Va, invece, fanculato e denunciato per i danni inenarrabili che sta portanto al paese.
    Non vedo commenti sdegnati alla barzelletta sul campo di concentramento riportata da tutti i giornali di oggi ma derubricata, anche sulla “nemica” (?) La Repubblica, a trafilettino ad una colonna e basta.
    Ricordo che per la battuta su Obama, infelice ma molto più ingenua e meno grave, siccome faceva audience, ne hanno/abbiamo parlato per giorni.
    Per questa, volgare e inaccettabile, niente.
    Un’ultima riflessione.
    In ogni famiglia c’è il nonno un po’ andato che dice cazzate e stupidate ma nessuno si sogna di farlo tacere sopprimendolo.
    Ma nemmeno gli si lascia l’educazione dei nipoti o le decisioni sul futuro della famiglia.
    Si comprende, e basta.
    In Italia è il capo del governo.
    In più governa il paese avendo, come obiettivo, soltanto il suo, nello specifico diventare Presidente della Repubblica.
    Perchè non lo capiamo?
    Basta, basta, basta.

  2. Sono stato anticipato.
    Avrei voluto fare un post che riguardava appunto il greve “spessore” delle cosidette barzellette di questo osceno personaggio che abbiamo designato a governarci.
    Sono stato preceduto.
    Io credo che sia altamente doveroso che qualcuno raccolga queste volgarissime testimonianze e le passi ai posteri a futura memoria per far toccare con mano a che livelli si possa scendere nel cattivo gusto.
    Barzellette tra l’altro frequentemente anche “VIGLIACCHE” in quanto prendono di mira poveri o ammalati o indifesi.
    E’, insomma, il classico sghignazzare sguaiato che illumina il viso dell’autentico “coglione” che, vede scivolare a terra un handicappato.
    E poi ci dovremmo sorprendere del gran ridere dei camorristi quando sparano alla faccia delle loro vittime?
    Ma qui è ben peggio!
    Ma ve la ricordate quella che già precedentemente aveva raccontato anni fa sempre questo bel tomo?
    Un ammalato di AIDS chiede al dottore cosa si possa fare per il suo male.
    “Delle sabbiature” risponde garrulo l’interpellato.
    “Ma servono, dottore le sabbiature per l’AIDS?” riprende, sgomento, il disgraziato.
    “No, ma abituano..”

    E, secondo Voi, il 74% degli tagliani dovrebbe pisciarsi addosso a sentire delle cagate del genere?

    Se sì, allora vuol dire che questo individuo orrendo ce lo meritiamo proprio!

Lascia un commento