Da cosa ripartire?

Se qualcuno un giorno bussa alla tua porta dicendo che è un mio emissario non credergli, anche se sono io; ché il mio orgoglio vanitoso non ammette neanche che si bussi alla porta irreale del cielo. Ma se, ovviamente, senza che tu senta bussare, vai ad aprire la porta e trovi qualcuno come in attesa di bussare, medita un poco. … Continua a leggere

Omaggio a F. De André

Il massacro del Fiume Sand Creek cantato da Fabrizio De André: per me, una delle più belle canzoni mai composte.      Il macellaio di Sand Creek: la figura del colonnello John M. Chivington (1821-1894) si staglia come una delle più controverse dell’intera storia del Far West americano. Nell’agosto 1864 dichiarò pubblicamente che “I Cheyenne dovranno essere completamente rinchiusi o … Continua a leggere

La Battaglia di Legnano – Il Parlamento

G.Carducci – Il Parlamento – A.Foà I. Sta Federico imperatore in Como. Ed ecco un messaggero entra in Milano Da Porta Nova a briglie abbandonate. «Popolo di Milano,» ei passa e chiede, «Fatemi scorta al console Gherardo.» Il consolo era in mezzo de la piazza, E il messagger piegato in su l’arcione Parlò brevi parole e spronò via. Allor fe’ … Continua a leggere

S’i’ fosse foco

 S’i’ fosse foco, arderei ‘l mondo; s’i’ fosse vento, lo tempestarei; s’i’ fosse acqua, i’ l’annegherei; s’i’ fosse Dio, mandereil’ en profondo; S’i’ fosse papa, sarei allor giocondo, ché tutt’i cristiani imbrigherei; s’i’ fosse ‘mperator, sa che farei? a tutti tagliarei lo capo a tondo. S’i’ fosse morte, andarei a mi’ padre; s’i’ fosse vita, fuggirei da lui: similemente faria … Continua a leggere

Lassamme fa’ a Dio – 9di9

  Lassamme fa’ a Dio ‘A dummeneca ‘e Pasca   d’ ‘o mille e noveciento, ‘o Pateterno (ca s’ è susuto sempe ‘int ‘e primm’ ore) di buonissimo umore se scetaie mmerz’ ‘e sette fece chiammà san Pietro e lle dicette : – Pie’, siente, stammatina è na bella iurnata e ll’ aria è fina fina : vurria fa’ na … Continua a leggere

Lassamme fa’ a Dio – 8di9

Nanninella si imbuca in conosciuti vicoli addormentati ed immersi nel buio della notte. Già la campana della chiesa di sant’Eligio batte l’una quando, la nostra eroina entra nella probabile unica stanza in cui abita. Suo figlio, di appena un mese, sta piangendo, ha fame.  La mamma l’aveva lasciato solo in casa forse, pensando, di essere presto di ritorno, non immaginava … Continua a leggere