Consigli

Un giovane, sui 18 anni, ebbe un incontro con W. A. Mozart e sollecitò un suo parere circa le capacità compositive, doti che il giovane riteneva di possedere in particolare abbondanza. Mozart interrogatolo un po’ su studi, preparazione e conoscenze musicali, si rese immediatamente conto che le ambizioni erano esagerate rispetto alle reali capacità. In ogni caso si predispose al … Continua a leggere

L’uomo con lo sgabellino

Nell’antica Cina un giovane uomo, un giorno, vide passare per strada una donna bellissima. Subito si sentì attratto in modo irresistibile verso quella stupenda creatura e prese a seguirla fino alla sua casa. Sul cancello del giardino la signora, che aveva capito fin da subito che un uomo la stava seguendo, si fermò ad aspettarlo e, quindi, domandò quali fossero … Continua a leggere

Quinto, ed ultimo, segue de: “La leggenda del Grande Inquisitore”

 Matthias Grunewald – Crocefissione – 1515 – Altare di Isenheim – Museo Unterlinden, Colmar     Henry Purcell – Funeral Music for Queen Mary   Dimmi: chi più di tutti ha favorito questa incomprensione? Chi ha diviso il gregge, disperdendolo per vie sconosciute? Eppure il gregge si radunerà di nuovo e tornerà a sottomettersi, questa volta per sempre. Allora daremo loro … Continua a leggere

Quarto segue de la “Leggenda del Grande Inquisitore”

   “Chipmanzee” di Francis Bacon  (“Recuerdos de la Alhambra” di F.Tarrega – A.Segovia)   Abbiamo corretto la tua opera, fondandola sul miracolo, sul mistero e sull’autorità. E gli uomini si sono rallegrati di essere guidati di nuovo come un gregge e di vedere il loro cuore finalmente liberato da un dono tanto terribile che aveva arrecato loro tanti tormenti. Avevamo … Continua a leggere

Terzo segue de la: “Leggenda del Grande Inquisitore”

“Indagando col fido Adso, Guglielmo incontra nell’immensa, labirintica libreria il venerabile Jorge da Burgos,vecchio e cieco. Costui vieta che si rida, perché l’allegria, dice, genera il dubbio.” dal Nome della Rosa di U.Eco (Fandango – Paco de Lucia) Non vi è affanno più tormentoso e continuo per l’uomo, rimasto libero, che il ricercare al più presto qualcuno da venerare. Ma … Continua a leggere

Secondo segue: “La Leggenda del Grande Inquisitore”

“Cardinal” di Francis Bacon     <Di nuovo non capisco> l’interruppe Alesa <fa dell’ironia, scherza?> <Nient’affatto. Attribuisce come merito a sé e ai suoi di avere infine annientato la libertà e di averlo fatto per rendere felici gli uomini. “Perché ora” (si riferisce naturalmente all’Inquisizione) “è diventato possibile per la prima volta pensare alla felicità degli uomini. L’uomo è stato … Continua a leggere

Primo segue de: “La Leggenda del Grande Inquisitore”

 Un minimo di spiegazione prima di riprendere il racconto: Si tratta di Ivàn Karamazov che narra al fratello più giovane Alesa ( o Aljòscia)  la lunga storia, vero libro nel libro, nota come: “La leggenda del Grande Inquisitore” Siguirillas (José Maya, José Menese)   (di James Ensor – Entrata di Cristo in Bruxelles) E tale è la sua forza e … Continua a leggere

“La leggenda del Grande Inquisitore”

Ritratto di  Innocenzo X di Francis Bacon     da: “I fratelli Karamazov” di: Fedor Michailovic Dostoevskij “La Leggenda de: Il Grande Inquisitore” (Libro V)    (C.Linares – Anda Jaleo)     L’azione nel mio poema si svolge in Spagna, a Siviglia, nel periodo più atroce dell’Inquisizione, quando per la gloria di Dio, ogni giorno nel Paese ardevano i roghi … Continua a leggere

Ad Allah basta un gatto

Allah il Misericordioso Uno dei maggiori mistici arabi, successore di Maometto e venerato dai musulmani, fu certamente Abu Bakhr.Dopo la sua morte, apparve, in sogno, ad un suo amico, altra degnissima persona altamente timorata di Dio. Questi, meravigliato dalla inaspettata apparizione, rivolse ad Abu Bakhr la domanda: “Allah ti ha concesso la sua pace?”Abu Bakhr rispose: “Mi presentai al cospetto del … Continua a leggere

Un racconto di Guido Morselli

IL GRANDE INCONTRO  Il candido apparecchio telefonico trillò sommesso sulla scrivania. La mano, quasi ugualmente candida, che si stese al ricevitore, ebbe un lievissimo tremito. All’altro capo del filo, dall’anticamera che segue alla sala delle udienze e si affaccia per due finestre sul cortile del Belvedere, una voce annunciò, con eccitazione velata dal rispetto: “E’ giunto”.L’uscio dissimulato dal damasco della … Continua a leggere