Il buongiorno dell’imperatore

1093046265.jpg

Statua ritrovata recentemente in Turchia
 
 

“Al mattino comincia col dire a te stesso incontrerò un indiscreto, un ingrato, un prepotente, un impostore, un invidioso, un individualista. Il loro comportamento deriva ogni volta dall’ignoranza di ciò che è bene e ciò che è male. Quanto a me, poiché riflettendo sulla natura del bene e del male ho concluso che si tratta rispettivamente di ciò che è bello o brutto in senso morale, e, riflettendo sulla natura di chi sbaglia, ho concluso che si tratta di un mio parente, non perché derivi dallo stesso sangue o dallo stesso seme, ma in quanto compartecipe dell’intelletto e di una particella divina, ebbene, io non posso ricevere danno da nessuno di essi, perché nessuno potrà coinvolgermi in turpitudini, e nemmeno posso adirarmi con un parente né odiarlo. Infatti siamo nati per la collaborazione, come i piedi, le mani, le palpebre, i denti superiori e inferiori. Pertanto agire l’uno contro l’altro è contro natura e adirarsi e respingere sdegnosamente qualcuno è agire contro di lui.”

A se stesso – Libro II cap. 1
Marco Aurelio Antonino 
121-180 d.C.

Il buongiorno dell’imperatoreultima modifica: 2008-09-23T08:42:00+02:00da fragiune
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento