Cantico dei Cantici

dal cap V Io dormo, ma il mio cuore veglia.  Un rumore! È il mio diletto che bussa:  “Aprimi, sorella mia,  mia amica, mia colomba, perfetta mia;  perché il mio capo è bagnato di rugiada,  i miei riccioli di gocce notturne”.  “Mi sono tolta la veste;  come indossarla ancora?  Mi sono lavata i piedi;  come ancora sporcarli?”.  Il mio diletto … Continua a leggere